Search   You are here:  Trasferirsi a vivere in bungalow in Thailandia  
condividi Mollotutto su facebook







Link Sponsorizzati


confronta voli economici.png
  Vivere e Lavorare in:  ASIA  | OCEANIA   | AMERICA DEL SUD E CARAIBI   | AMERICA DEL NORD E CENTRALE   | AFRICA   | EUROPA

Link Sponsorizzati


TRASFERIRSI A VIVERE IN UN BUNGALOW IN THAILANDIA:
Carla vive da sola in un bungalow a pochi metri dal mare a Bangsaphan

Di Massimo Dallaglio 01/05/2012



Carla si è trasferita a vivere e lavorare in Thailandia da circa due anni, esattamente a Bangasphan nel Golfo del Siam, dove, per ora, trascorre li 6 mesi l’anno… ma ha intenzione di starci gradatamente sempre più a lungo.
Come una moderna "Robinson Crusoe" al femminile,
vive sola in un Bungalow sotto le palme a pochi passi dal mare insieme ad un pc con il quale organizza vacanze di gruppo.


Ciao Carla, raccontaci un pò di te... di dove sei e cosa facevi quando eri in Italia?
Sono nata a Napoli ma ho vissuto a Milano e Roma (ultimi 30 anni).
Attualmente ho una casa a Priverno (Latina), paesino di collina vicino Sabaudia dove vado quando rientro in Italia.
 
Quando e perchè è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l'Italia?
Come lavoro organizzo viaggi di gruppo in Italia e all’Estero ed ho sentito l’esigenza di viaggiare sola, in particolare dopo aver chiuso un rapporto con un uomo.   

 
Carla Terlizzi THAILANDIA 7.JPG

Avevi già vissuto all'estero per lunghi periodi prima?

No.

 
Perché proprio in Thailandia?
Nel 2010 decisi di fare una vacanza a Gennaio al caldo ed allora sono andata a trovare il mio ex-cognato che attualmente gestisce un Resort a Bangsaphan (Golfo Siam).
Ho trovato qui dei cani randagi dolcissimi ed ho pensato di occuparmene personalmente e affidandoli ad alcune famiglie dietro compenso.
 

In che cosa consiste la tua attività?
Organizzo viaggi di gruppo in Italia e all’Estero per amatori di ballo, qui in Thailandia posso per fortuna lavorare con il mio notebook e wifi nel Bungalow dove vivo nella foresta e a pochi metri dal mare…
Torno spesso in Italia per presiedere i gruppi che organizzo… e poi sono anch’io una danzatrice .
 

Oltre a questo per cosa altro si distingue la tua attività?
A mio avviso ha la caratteristica di far riflettere sulla ‘unicità’ di ciascun essere, inoltre si creano delle belle amicizie e a volte qualche legame di coppia più importante. Durante questi incontri, la danza, la musica, il riposo e lo stare insieme, cambiano l’atteggiamento delle persone che di ritorno mi salutano con gli occhi più vivi e un bel sorriso
.
 
Quali differenze sostanziali riscontri a livello lavorativo rispetto all'Italia?
Lavoro in pace… nella natura, senza la macchina e senza i mille impegni tipici della città. Tuttavia penso anche che sarebbe bene smettere di lavorare completamente!
 
Com’è avvenuta la tua integrazione in una realtà locale così differente da quella italiana?
Qui aiuto diverse persone economicamente in un modo o nell’altro, rispetto tutti e poi non capisco la lingua e questo spesso è un grosso vantaggio perché non posso giudicare né trarre conclusioni…

 
Consideri l'Italia un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca quando sei via?
Non è un ricordo perché ci torno spesso… mi manca un po’ la cucina Italiana, quella regionale… unica!

 
Vivere in Thailandia sotto quali aspetti è meglio che in Italia? E sotto quali aspetti è peggio?
E’ meglio perché non esiste stress, nè la fretta, ci sono poche macchine, la gente è sempre sorridente, calma e accogliente.
Il mare è bello, la natura molto forte, i luoghi sono spesso selvaggi e bellissimi!
E’ peggio perché non parlo mai la mia lingua, non so ancora però se è un bene o un male, ma a volte mi manca...

Carla Terlizzi THAILANDIA 6.JPG




Carla Terlizzi THAILANDIA 5.jpg

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme?
Di non perdere altro tempo in città nel caos… e di venire qui a rilassarsi un po’ e poi chissà rimanerci!
 
Che tipo di lavoro/attività/investimento pensi sia conveniente praticare per un italiano in Thailandia?
Secondo me attività di ristorazione di tipo ‘Europeo’, investimento in barche da diporto per visitare le isole e la costa, i Thai non hanno tale cultura.
Bar, pizzerie o locali dove si possa anche ballare la sera.

Carla Terlizzi THAILANDIA 8.JPG

Pensi che ci siano molti italiani che vivono in Thailandia?
Ce ne sono (italiani ed europei in genere…) molti vengono per turismo e altri per gestire attività varie; ristoranti, bungalow, barche, bar e altro…
A Bangsaphan il turismo è ancora limitato, c’è molto da sviluppare, la natura è ancora bella e incontaminata.


Carla Terlizzi THAILANDIA 1.JPG
 
Consiglieresti la Thailandia come meta per espatriare o più per una vacanza?
Consiglio la Thailandia innanzitutto per fare un bel viaggio, per espatriare occorre visitarla e capire se davvero ci si vuole rimanere.
Mi scrivono in molti per consigli e informazioni… tuttavia non mi sento di darne più di tanto, vuoi per la responsabilità ma anche perché semplicemente non ho le competenze.


Scrivete a Carla alla sua Email: carlamanuela@hotmail.it




Di Massimo Dallaglio 01/05/2012







World Visa verifica in quali paesi puoi ottenere un visto permanente728 t_21Bvke.gif
Dal 1907 LA TUA SSICURAZIONE VIAGGI
STUDIARE E LAVORARE ALL'ESTERO

EAZYCITY
TRASFERIRE DENARO ALL'ESTERO

Inviare-denaro-Estero

Link Sponsorizzati


zaino bagaglio a mano per voli low cost.jpg
LO ZAINO PERFETTO
COME BAGAGLIO A MANO DA CABINA
ADATTO A TUTTI I VOLI
DELLE COMPAGNIE LOW COST
Salva

HOME:OFFERTE LAVORO ESTERO:GUIDA:LIBRI:PAESI - LEGGI - VISTI:TROVA I VOLI PIU' ECONOMICI:COME CAMBIARE VITA:PENSIONATI ALL'ESTERO:OCCASIONI IMMOBILIARI
MOLLOTUTTO © 1998 Marchio Registrato - Reg.Trib. RE N°1217 - all rights reserved - VAT IT02209570353 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy