Search   You are here:  SONDAGGIO VINCERE AL SUPERENALOTTO E CAMBIARE VITA  
condividi Mollotutto su facebook







Link Sponsorizzati


  Vivere e Lavorare in:  ASIA  | OCEANIA   | AMERICA DEL SUD E CARAIBI   | AMERICA DEL NORD E CENTRALE   | AFRICA   | EUROPA

Link Sponsorizzati



COSA FAREBBERO GLI ITALIANI SE VINCESSERO AL SUPERENALOTTO?

SONDAGGIO: VINCERE AL SUPERENALOTTO E CAMBIARE VITA

RISPOSTA: IL 50% DEGLI ITALIANI VUOLE MOLLARE TUTTO!




In testa alla classifica dei desideri c’è la voglia di trasformarsi in scrittore o esploratore, viaggiare in luoghi da mito, meglio se lontano dallo strapotere della tecnologia.
Basta insomma con le code in automobile, con i negozi sovraffollati, con la perpetua fretta per non arrivare in ritardo in ufficio e con i viaggi su autobus e metropolitane stipati come sardine. Insomma, meglio stare alla larga dall’Italia, in un luogo più tranquillo e a misura d’uomo, magari a contatto con la natura, in primo luogo con il sole e il mare. E' questa a fotografia dei nostri connazionali, scattata da una ricerca condotta su 560 lavoratori italiani di ambo i sessi, di età, tra i 25 e i 64 anni, condotta del canale satellitare "Marcopolo".


Gli Italiani, insomma, vorrebbero cambiare vita.
La delusione e l’insoddisfazione non riguardano però tutti gli aspetti dell’esistenza. In primo luogo sono pochi quelli che vorrebbero fuggire dalla famiglia (solo il 7% delle risposte) per costruire una nuova vita partendo da zero, anche se una certa quota (10%) vorrebbe stravolgere la propria routine. Meno apprezzato è invece il luogo di residenza (31%): molto meglio sarebbe un posto in cui mettere l’orologio nel cassetto e in cui cellulare, Internet e pc servano solo per comunicare e non per essere rintracciati in ogni circostanza.


superenalotto-logo.jpg

In ogni caso gli italiani non puntano a una fuga solitaria:
solo il 4% è disposto a tagliare i ponti con tutto e a partire da solo. Il 55% vorrebbe avere con sé la propria famiglia (non solo il partner, ma anche genitori, fratelli o figli), mentre il 6% è pronto a portare con sé il proprio animale da compagnia. La famiglia, quindi, si conferma oasi di pace e di serenità, da non abbandonare mai, ma anzi da curare con attenzione per garantirle una vita migliore.
Tra le mete preferite per questa fuga verso una nuova esistenza sono i
n pole position i luoghi esotici e i paradisi tropicali:

  • Thaiti (15%)
  • Giamaica (13%)
  • Hawaii (10%)
  •  isole Aran in Irlanda (4%)
  • Islanda (3%)
  • Funen, in Danimarca(2%)
  • i Caraibi (14%)
  • Maldive (12%)
  • Brasile (10%)
  • Capo Verde (4%)
  • Australia (6%)
  • Thailandia (5%)




E oltre ad essere lontani da tutto, gli Italiani vorrebbero inseguire i loro sogni:
il 25% vorrebbe trasformarsi in scrittore, o in esploratore (14%), ma c’è anche chi preferisce attività più prosaiche come la ristorazione (21%), il bagnino, per stare sempre in contatto con il sole, il mare, le bellezze (16%), o l’albergatore (15%).


Commentando i risultati di questa ricerca, Alessandro Cecchi Paone, direttore del canale satellitare Marcopolo, e conduttore del programma "Nuova Atlantide" per il cui lancio è stato realizzato il sondaggio, afferma: "Siamo stressati perché la tecnologia in Italia ha fatto un'irruzione di tipo caotico e disordinato creando, paradossalmente, più confusione, invece che aiutarci. Ecco perché gli italiani vogliono andare nei luoghi dove la tecnologia è stata disciplinata e quindi aiuta la vita degli uomini, come succede in Gran Bretagna".

Fonte:Tgcom.it


Soldi.jpg
COSA FAREBBERO GLI ITALIANI SE VINCESSERO AL SUPERENALOTTO? Lotterie varie, Totocalcio, Bingo: sono molti i giochi a premi frequentati dagli italiani. Ma cosa farebbe il lavoratore medio italiano se diventasse miliardario grazie al Superenalotto?
Il sito www.bancalavoro.com lo ha chiesto ai propri "naviganti":

Il 47,3% se ne andrebbe alle Maldive senza nessun tipo di progetto: andrebbe e basta. Solo al (poco probabile) ritorno deciderebbe se tornare al lavoro e come, cioè secondo quali condizioni.
Il 16% ha le idee chiarissime: smetterebbe subito dilavorare.
Lo stesso dicasi del 15,3%, che invece continuerebbe a fare lo stesso lavoro (perchè piace o perchè cambiare fa paura?)
L'11,6% continuerebbe a lavorare ma cambiando posto.
Mentre il 9,5% darebbe libero sfogo ai propri istinti di rivalsa: comprerebbe la società in cui lavora e licenzierebbe tutti i suoi capi.



World Visa verifica in quali paesi puoi ottenere un visto permanente728 t_21Bvke.gif
Dal 1907 LA TUA SSICURAZIONE VIAGGI
STUDIARE E LAVORARE ALL'ESTERO

EAZYCITY
TRASFERIRE DENARO ALL'ESTERO

Inviare-denaro-Estero

Link Sponsorizzati

visti.jpg

TUTTI I TIPI DI VISTI
Se viaggiamo all’interno dell'Unione Europea vige il diritto della libera circolazione delle persone. Nell’area di Schengen, della quale fa parte la maggior parte dei paesi comunitari, non esistono più controlli ai confini.
La libera circolazione delle persone è diventata realtà.
Non è così fuori dai confini europei! Leggi tutto l'articolo...

zaino bagaglio a mano per voli low cost.jpg
LO ZAINO PERFETTO
COME BAGAGLIO A MANO DA CABINA
ADATTO A TUTTI I VOLI
DELLE COMPAGNIE LOW COST
Salva
HOME:OFFERTE LAVORO ESTERO:GUIDA:LIBRI:PAESI - LEGGI - VISTI:TROVA I VOLI PIU' ECONOMICI:COME CAMBIARE VITA:PENSIONATI ALL'ESTERO:OCCASIONI IMMOBILIARI
MOLLOTUTTO © 1998 Marchio Registrato - Reg.Trib. RE N°1217 - all rights reserved - VAT IT02209570353 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy