Search   You are here:  Trasferirsi a vivere e lavorare in AFRICA  
condividi Mollotutto su facebook







Link Sponsorizzati


confronta voli economici.png
5 PASSI PER TRASFERIRSI FELICEMENTE ALL'ESTERO
Partner TRASLOCHI
Traslochi Internazionali Low Cost

Partner AUSTRALIA
Trasferirsi in AUSTRALIA

Partner IRLANDA
Trasferirsi in IRLANDA

Partner
CANARIE
Trasferirsi alle CANARIE

Partner CAPO VERDE
CapoVerde 170x85


Partner LONDRA
Trasferirsi a LONDRA

Partner PORTOGALLO

Portogallo da Vivere 200.png

Partner DUBAI
investire a Dubai
Salva
ultimi paradisi terrestri
vivere no limits
Racconti di italiani all'estero
MOLLOTUTTO YOUTUBE
VIAGGI NELLE GRANDI CITTA.png
Mappe e Statistiche
MOLLOTUTTO Music
Links Mollotutto
CHI SIAMO
Scrivi a MOLLOTUTTO
RASSEGNA STAMPA Mollotutto
  Vivere e Lavorare in:  ASIA  | OCEANIA   | AMERICA DEL SUD E CARAIBI   | AMERICA DEL NORD E CENTRALE   | AFRICA   | EUROPA

Link Sponsorizzati




TRASFERIRSI A VIVERE E LAVORARE IN 
AFRICA



Link Sponsorizzati


 Vivere in Sud Africa
SUD AFRICA (Pretoria): Marco Nuti si è trasferito a Pretoria in Sud Africa
Marco, terminato il servizio militare, negli anni '70 decise di emigrare in Sud Africa. Aveva 23 anni, e rimase là dal '78 all'85 lavorando nel settore tessile... Dopo essersi sposato ed essere ritornato in Italia oggi ha deciso di ritornare a vivere in Sud Africa. "... Quando sono venuto la prima volta mi sono integrato benissimo, era tutta un'altra cosa. Adesso tutto è cambiato in peggio... parlando di sicurezza, nonostante tutti i problemi che ci sono, si vive ancora molto meglio in Italia. Noi per esempio abitiamo con i genitori di mia moglie, appena fuori Pretoria in una grande casa,  grande giardino con muro di cinta alto più di 2 metri, e ogni porta e finestra per protezione ha cancelli e inferriate, in più sistema di allarme in quasi tutte le stanze. Nemmeno ad Alcatraz!"  Leggi tutto l'articolo...
Link Sponsorizzati


Andrea Scomparin.jpg
EGITTO (Mar Rosso): Andrea Scomparin lascia la banca e insegue il suo sogno
Laureato in economia, Andrea trova subito impiego dopo gli studi. Una carriera che si annuncia da subito brillante la sua, che non conosce battute d’arresto nemmeno quando decide di lasciare il posto di responsabile amministrativo per diventare consulente bancario. Poi, nel 2003, le prime immersioni. Un hobby che in poco tempo si fa divorante passione. «I viaggi e le immersioni subacquee sono diventati presto il mio obiettivo - continua - e lo scorso settembre sono diventato istruttore di sub». Un esame difficile e selettivo che da il "LA" alla svolta. «La mia vita lavorativa, noiosa e monotona, in un contesto chiuso e stressante, stava diventando sempre più insoddisfacente, mi sentivo un leone in gabbia, dovevo scegliere se continuare così o inseguire il mio sogno».
 
Leggi tutto l'articolo...
Link Sponsorizzati

MAROCCO (El Jadida): Massimo, 55 anni, ha aperto un bed and breakfast a El Jadida
Massimo, fino a qualche anno fa, lavorava e viveva a Venezia. Il suo lavoro era il più classico dei mestieri veneziani, il gondoliere.  Andava tutto bene, finché, come succede ormai fin troppo frequentemente in questa splendida città, viene sfrattato dalla sua abitazione. A quel punto avviene il primo trasferimento per Massimo, in terraferma, infine  all’estero: inizia, non più ragazzino, una nuova avventura in Marocco. "L’hotel era già avviato, ma non con una buona gestione, l’ho tirato su a modo mio, i risultati non si sono fatti attendere. Non sono in società con nessuno; come si dice a Venezia: ”Meglio esser paroni de na sessola che non di una nave in compagnia”. Qui la proprietà è tua, non serve un socio locale, vai dal notaio ed è tutto in regola. Per i primi cinque anni non si paga nulla, poi il 20% circa. Rispetto alle leggi italiane in materia mi sembra non ci sia paragone". Leggi tutto l'articolo...
SENEGAL (Guy Bara): Vanna, ha trasformato la sua casa in un Bed and Breakfast
Vanna Vallino, nata e cresciuta Torino, dal 2002 vive in Senegal, paese nel quale, purtroppo nel 2007 ha perso suo marito, ma dove ha deciso di restare, trasformando la su casa in un Bed and Breakfast. Vanna ci racconta come ha deciso di trasferirsi a vivere in Senegal e perchè ha deciso di rimanerci. Nel 2000 i miei figli fecero amicizia con dei ragazzi senegalesi e fecero un giretto in Senegal. "Ci colpi’ molto un commento di una mia figlia che, al ritorno dal Senegal disse che avrebbe voluto obbligare tutti gli italiani a farsi un viaggio in Senegal perchè potessero rendersi conto di quanto la gente fosse accogliente e simpatica. Scegliemmo il Senegal per il carattere della gente, la stabilità politica ed il clima

.... Si prova un impagabile senso di libertà e di ‘leggerezza' : puoi vestirti sempre allo stesso modo, tutto, l’anno. Calze, scarpe, giacche, abiti pesanti, addio !" Leggi tutto l'articolo...
MADAGASCAR (Antananarivo): Alfonso Donnarumma, vivere  in Madagascar
Un sogno fatto ad occhi aperti davanti alla tv molti anni fa e una passione mai sopita per i territori incontaminati, hanno portato Alfonso Donnarumma, 39 anni,  originario della Campania, in Madagascar per una vita all’insegna di spiagge, mare e foreste... della sua famiglia composta da Nadia e da un nuovo arrivato!...
"...Ho trovato la tranquillità che di fatto non potevo avere in Italia, ho abbandonato i ritmi frenetici delle città iper-sviluppate che non lasciano più respiro e poi, ovviamente ho trovato una quotidianità serena insieme alla mia famiglia...
 Qui risiedono stabilmente circa 2000 italiani e considerando che non siamo in una metropoli, un motivo ci sarà, no?!"

Leggi tutto l'articolo...
Alberto Piovesan copia.jpg
ZANZIBAR: Alberto Piovesan ha comprato un terreno per realizzarci un ristobar
Alberto Piovesan dalla provincia veneziana ha deciso di trasferirsi a Zanzibar per riscoprire una vita più' vera ed emozionante. "Io ho deciso di trasferirmi scegliendo in principio di abbandonare l'Italia e non dandomi una meta precisa ma spaziando su tutto il globo e raccogliendo informazioni che mi venivano date, dal Sudamerica all'Oriente in generale passando appunto dall'Africa. Erano ormai cinque anni che cercavo di trovare il momento giusto per andarmene dal mio paese ritenendolo ridicolo e senza sbocchi... Ho passato tre mesi a camminare scalzo per la “shamba zanzibarina” parlando e conoscendo persone di  giorno e di notte senza incontrare nessun pericolo ma solo lo sguardo curioso delle persone che mi guardavano con grandi sorrisi e caldi mi dicevano  "Karibu, Mambo vipi "(benvenuto, ciao come va?). Così' ho deciso che avrei vissuto qui." Leggi tutto l'articolo...
SUD AFRICA (Johannesburg): Giovanni, un topografo italiano in Sud Africa
Giovanni Saracino è un ragazzone di 26 anni, cresciuto ad Avetrana, un paesino della Puglia. Nel 2008 si è trasferito a vivere a Johannesburg, nel Sud Africa, topografo della C.M.C. Ravenna, una cooperativa che realizza infrastrutture e che ha curato i lavori di ristrutturazione degli stadi in Sud Africa in occasione dei Mondiali di calcio scorsi.
"Per finire la costruzione della N12, l’autostrada... che collega Johannesburg a Pretoria, occorrerà ancora un anno. Ed è previsto un progetto che impegnerà la mia ditta in Sud Africa per almeno altri cinque anni. Spero possano raggiungermi i miei familiari, almeno per una vacanza, anche se il viaggio è lungo (venti ore!)... Faccio ormai fatica a restare in Italia. Il tenore di vita è totalmente diverso e in Sud Africa sono più che benestante col mio stipendio, ho anche una donna di servizio! Non so se resterò per sempre in Sud Africa, ho voglia di conoscere il mondo e le sue mille culture, anche tramite il mio lavoro.".
Leggi tutto l'articolo...

TUNISIA (Kelibia): Luca, dal 2008 vive in Tunisia con la sua famiglia
"Risiedo stabilmente a Kelibia dal 2008 ma ho iniziato a frequentare assiduamente la Tunisia per lavoro dal 2004... E' un paese dai molti contrasti si può dire che non manchi nulla ma gli spazi sono amplificati per cui per trovare qualcosa bisogna a volte spostarsi. Per quanto mi riguarda amo la tranquillità ed ho scelto, per risiedervi, una cittadina tranquilla. Chiaramente nel caso cercassi prodotti particolari o divertimento dovrei raggiungere Tunisi o Hammamet ma una volta imparato a scegliere ed utilizzare prodotti locali, gradualmente diminuiscono queste necessità ed oltretutto si risparmia parecchio... Per il momento mi occupo della produzione di Olio Extravergine Biologico e confetture di frutta spontanea certificata biologica ma abbiamo intenzione, nel tempo, di estendere la sperimentazione a molti altri prodotti".       Leggi tutto l'articolo...


EGITTO (Sharm el Sheikh): Francesco Pipino, dallo sportello di banca al Mar Rosso
Francesco Pipino ha 44 anni e da due ha lasciato l'Italia per trasferirsi a Sharm el Sheikh, in Egitto. A spingerlo lontano dal suo paese d'origine, un borgo pugliese di origine e fattezze medievali, è stata la sua grande passione per le immersioni. "Per essere felice, mi bastava meno di quello che guadagnavo": la storia di Francesco racconta come si possa cambiare la propria vita, sostituendo ad uno sportello di banca i meravigliosi fondali del Mar Rosso.
"...nella comunità straniera di Sharm (istruttori, counter girls, ecc.) esiste una solidarietà unica! Qui, tra l'altro, a differenza dell'Italia, esiste molta meno burocrazia e c'è molta più sostanzialità. Sono stato fortunato: la struttura dove lavoro è davvero un esempio di ottima organizzazione".
Leggi tutto l'articolo...

ETIOPIA (Emdibir): Mollare tutto per fare il missionario in Etiopia, Paolo Caneva
Paolo Caneva, nel 2004 ha mollato tutto e da Udine si è trasferito in Etiopia per fare il missionario laico. "Tutto è iniziato nell'anno 2004 quando sono andato all'ufficio missionario della diocesi di Udine chiedendo se fosse possibile andare in Africa per visitare qualche missione. L’unica proposta che mi è stata fatta era l'Etiopia, non c'erano altre alternative. Allora mi sono deciso e ho accettato. Assieme ad altri giovani della mia diocesi sono andato presso un centro gestito dalle missionarie della carità, meglio conosciute come suore di Madre Teresa. Le suore si occupavano con estrema cura dei poveri, dei malati, degli anziani. Tutti coloro che erano in una situazione di bisogno trovavano un valido aiuto da parte delle religiose". Leggi tutto l'articolo...

MAURITIUS: Loris, 29 anni, da 10 mesi è residente alle Mauritius
"Ora lavoro in un complesso di ville, diciamo un piccolo albergo, dove i clienti sono esclusivamente italiani. Accolgo i clienti, organizzo escursioni, faccio un po di tutto… insomma un buon lavoro. L'idea naturalmente è di avere un'attività propria, ma per ora ve bene così... Mauritius è un'isola piccola ma abbastanza grande per trovarci di tutto. Uno dei lati positivi è l'assistenza sanitaria completamente gratuita, anche per i turisti. Se si finisce al pronto soccorso ti regalano anche le medicine da portare a casa senza sborsare una rupia. E' un'isola su cui convivono molte culture e tradizioni differenti, ma onestamente, di problemi politici e religiosi qui non ne vedo neanche l'ombra... qui la vita, contrariamente a quanto si pensa, è molto cara". Leggi tutto l'articolo...

SIERRA LEONE (Isola di Sherbro): Alla scoperta dei resti di Atlantide con Egildo
Egildo Belcastro, calabrese, fisioterapista sportivo e atleta, da sei anni vive in Sierra leone dove si occupa di archeologia e "turismo avventuroso". Infatti sull'isola di Sherbro sono stati scoperti i resti di Atlantide!
"Si tratta di un progetto di archeologia che porto avanti da 4 anni…  Ci sono solo io che faccio queste attività in questo paese. Prima avevo un contratto con l'università della Sierra Leone e adesso con il Ministero del Turismo e Cultura… sto creando una struttura sull’isola di Sherbro che si occuperà anche di "viaggi avventura".
Su quest'isola gli studi delle fotografie satellitari del professor Marcello Cosci hanno portato alla scoperta dei resti di Atlantide".

Leggi tutto l'articolo...

SUD AFRICA (Limpopo Province): Luca ha aperto un ristorante italiano in Sud Africa
Luca a L’Aquila aveva un supermercato, ma il terremoto gliel’ha portato via.
E’ stata l’Africa, con i suoi colori e suoi profumi, a ridargli quel sorriso che ora non l’abbandona mai. E mentre descrive le meraviglie che si vede intorno - la Savana, gli animali spettacolari - sembra di vedergli luccicare gli occhi.
“Sono anni che viaggio per l'Africa, è un continente che mi ha sempre affascinato.
Ho scelto di vivere in South Africa perché ho contratto la più bella malattia del Mondo, il “mal d'Africa”. Quando ero in Italia il mio pensiero era sempre fisso su questo meraviglioso paese, i suoi profumi, la sua natura, la sua gente, ed anche i suoi problemi. Amo le Savane, amo il Bush…”
  Leggi tutto l'articolo...
MADAGASCAR: Vittorio, 66 anni in pensione in Madagascar offre la sua assistenza
Vittorio svolge un'attività di consulenza ed assistenza per chi vuole prendere la residenza in Madagascar o creare un'attività nell'isola.
Organizza anche dei tour di conoscenza del Paese per chi desidera esaminare le opportunità per trasferirvisi per periodi più o meno lunghi.

"...in Madagascar esistono molti più settori in sviluppo che in Italia e non solo nel turismo ma in molti altri settori tra cui la meccanica, l'agricoltura razionale e non per ultima l'informatica... Sono stato fortunato ad incontrare Persone di valore ma mi ha aiutato molto il mio impegno sociale locale in quanto sono diventato membro del Rotary Club di Tulear e poi sono stato eletto in diverse associazioni locali, tra cui quella a tutela della barriera corallina di Ranobe, tra le più grandi e meravigliose del mondo..." Leggi tutto l'articolo...
NAMIBIA: Davide è istruttore delle unità anti bracconaggio e guida safari
Davide Bomben ha dedicato gran parte della sua vita all'Africa a  studiare e approfondire la conoscenza della natura africana, trasformando il suo amore per questo continente in una professione: presidente dell'Associazione Italiana Esperti d'Africa, guida safari, ranger, nonché istruttore delle unità anti bracconaggio e formatore per future guide safari. "Sono nato 9 mesi dopo al viaggio di nozze dei miei genitori: Kenya. Mio padre mi portò per la prima volta in Africa quando avevo solo 2 anni, compii 3 anni in Senegal e a 5 anni mi fece attraversare il deserto del Namib. A 19 anni dopo il diploma e prima dell'Università ho intrapreso con 2 amici un viaggio di oltre 8.000 km in Africa australe a bordo di un furgone VW tipo figli dei fiori! Credo che il mio amore per l'Africa sia nato con me, mi sento un figlio d'Africa". Leggi tutto l'articolo...
MAROCCO (Marrakech): Rocco, consulenze per trasferirsi e investire in Marocco
Giunto in Marocco quasi per caso tramite l'azienda italiana per cui laorava, Rocco ha deciso di stabilirvisi definitivamente. Ora offre consulenze e supporto per coloro che desiderano seguire le sue orme e fare affari in Marocco... "Casablanca piuttosto che Marrakech Tangeri Agadir o Rabat sono città avanti anni luce rispetto a quello che noi crediamo o quello che ci viene illustrato da televisioni o giornali, la vita se la intendiamo come Italia (che può insegnare a tutto il mondo a vivere a rispettare l’uomo ecc….) è diversa ma non vuol dire difficile, ci si relaziona bene con tutti, il peggio è vedere in parte i diritti dell’uomo calpestati e/o a volte inesistenti, io parto da un presupposto che è il seguente: se fosse tutto come in Italia o in Europa avremmo le stesse problematiche e credete che verremmo qui?"
Leggi tutto l'articolo...
TANZANIA (Zanzibar): Annamaria lavora in un piccolo hotel a Zanzibar
Annamaria Pozzobon si è trasferita a vivere a Zanzibar (Tanzania) dove lavora come manager in un piccolo hotel a gestione italiana. Un'insoddisfazione di fondo, dovuta al lavoro che non la gratificava più - oltre all'amore per i viaggi e al desiderio di conoscere paesi e culture diverse - l’ha spinta a cambiare vita all’estero.
"...Oltretutto non avendo un compagno o una famiglia provavo un gran senso di solitudine che i vari impegni non riuscivano a riempire. Ma questo vuoto rappresentava anche una gran libertà, nel senso che non avevo nessun legame così forte da impedirmi di realizzare i miei sogni. L'unico ostacolo era semmai la paura di non farcela, visto anche il fatto che non ero poi così giovane: all'epoca avevo già 40 anni..."
Leggi tutto l'articolo...
SENEGAL (Saly): Marianna si è trasferita in Senegal con marito e figli
Tutto é  iniziato circa 5 anni fa, quando, l‘impulso di andare si è fatto pressante. Il problema, naturalmente, era dove e, soprattutto, a far cosa. In più, rinunciare a uno stipendio, rinunciare alla casa, che faticosamente avevamo acquistato e ristrutturato, creava in noi dei conflitti che in qualche modo ci bloccavano. Ma la necessità di trovare un posto, lontano da un tipo di società che genera ansia, stress e paura, ci faceva decidere di volere una vita, per noi e per i nostri figli, più libera e quindi più semplice. Così abbiamo trasformato le nostre vacanze: invece di partire ”con la testa da vacanzieri”, siamo andati ”con la testa da piccoli imprenditori di noi stessi”.  Viaggiare così pero, ci faceva vedere l‘Italia da altri punti di vista, che aumentavano la nostra infelicità nel restare.  Così eccoci qui.
.. Leggi tutto l'articolo...
Marco vivere Madagascar
MADAGASCAR (Diégo Suarez): Marco sta realizzando un piccolo resort ecosostenibile
Marco ha lasciato la sua vita, sempre di corsa come agente di commercio, per andare alla ricerca della sua onda perfetta… che lo ha portato a trasferirsi a vivere in Madagascar dove insieme alla sua compagna, ha acquistato una porzione di spiaggia dove realizzeranno un piccolo resort eco-sostenibile. "Pensate di tornare al tempo dei nostri nonni quando le sigarette si vendevano sciolte, quando non era importante di che marca fossero le scarpe che s’indossavano, ma averne un paio. Tutte le sovrastrutture mentali, create ad hoc da specialisti, che nella società italiana possono portarti a pensare che se non hai questo o quello, non sei nessuno rendendoti così succube, qui non esistono. Le persone valgono in funzione della propria personalità e basta..." Leggi tutto l'articolo...
Genesis Marocco Daniele in TV
MAROCCO: Daniele ci parla di investimenti e business in Marocco
Inizialmente ho cominciato con l’informarmi via internet, poi ho analizzato i paesi con il maggior PIL ed ho iniziato una scrematura secondo i miei criteri ed è saltato fuori il Marocco! Ovviamente la vicinanza tra i due stati... ha avvalorato la mia decisione. Se poi mettiamo che nel 2011/2012 ha c’è stato un picco del prodotto interno lordo del 8,7 % la scelta è preso fatta. Non ho assolutamente sottovalutato anche la capacità del governo marocchino di proteggere il mercato interno, sia dal punto di vista commerciale, ma soprattutto dal punto di vista bancario. Ciò sta a significare che un paese in via di sviluppo, pur tentato dai guadagni “facili” che posso essere l’apertura delle frontiere, preferisca seguire con criterio un percorso serio e di tutela del proprio mercato esente da speculazioni. Leggi tutto l'articolo...
World Visa verifica in quali paesi puoi ottenere un visto permanente728 t_21Bvke.gif
Link Sponsorizzati

Dal 1907 LA TUA SSICURAZIONE VIAGGI
STUDIARE E LAVORARE ALL'ESTERO
EazyCity team

STUDIARE E LAVORARE ALL'ESTERO
EazyCity è il punto di riferimento per tutti coloro che desiderano trasferirsi in una nuova città per motivi di studio, lavoro o semplicemente per una vacanza!
Non è un caso che EazyCity sia l’agenzia leader nel settore dell’accoglienza in Irlanda e Regno Unito, con uffici a Cork, Dublino e Londra ed offrendo servizi anche a Galway ed Edimburgo. Scopri come...
TRASFERIRE DENARO ALL'ESTERO
transferwise inviare denaro all'estero

LA SCELTA PIU' INTELLIGENTE PER TRASFERIRE DENARO ALL'ESTERO
Le banche ti fanno pagare costi nascosti enormi sui trasferimenti di denaro all'estero.
Con TransferWise abbatti le commissioni e risparmi fino al 90%
. Scopri come funziona

zaino bagaglio a mano per voli low cost.jpg
LO ZAINO PERFETTO
COME BAGAGLIO A MANO DA CABINA
ADATTO A TUTTI I VOLI
DELLE COMPAGNIE LOW COST

Salva

HOME:OFFERTE LAVORO ESTERO:GUIDA:LIBRI:PAESI - LEGGI - VISTI:TROVA I VOLI PIU' ECONOMICI:COME CAMBIARE VITA:PENSIONATI ALL'ESTERO:OCCASIONI IMMOBILIARI
MOLLOTUTTO © 1998 Marchio Registrato - Reg.Trib. RE N°1217 - all rights reserved - VAT IT02209570353 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy