Search   You are here:  SPAGNA (Barcellona): Andrea Pepe, receptionist  
condividi Mollotutto su facebook







Link Sponsorizzati


confronta voli economici.png
  Vivere e Lavorare in:  ASIA  | OCEANIA   | AMERICA DEL SUD E CARAIBI   | AMERICA DEL NORD E CENTRALE   | AFRICA   | EUROPA

Link Sponsorizzati


TRASFERIRSI A VIVERE E LAVORARE IN SPAGNA (Barcellona):
Andrea Pepe, receptionist in un ostello

Di Antonella Santomauro 12/11/2010
link sponsorizzati



Il fascino dell’esplorazione e dell’avventura, la sete di culture e conoscenze differenti e forse anche la voglia di non avere una dimora fissa. Andrea Pepe, 31 anni, originario di San Bartolomeo in Galdo, piccolo comune della provincia di Benevento, ha nel suo DNA tutte queste cose messe insieme.
La voglia di partire alla scoperta della Terra, lo accompagna da sempre. Dopo aver trascorso i suoi primi anni di vita a Zurigo, all’età di 8 anni si trasferisce nella casa dei nonni sugli appennini sanniti.
La mia è una famiglia di tradizione contadina che da tre generazioni si muove per l’Europa, racconta. Forse è per questo motivo che custodisce dentro di se lo spirito del viaggiatore instancabile. La politica, l’arte, la musica e soprattutto il jazz, al quale si avvicina negli anni dell’adolescenza, tra i suoi principali interessi. Passioni che nel corso della sua vita ha cercato di coltivare con bramosia e avidità, la stessa avidità che è propria a chi non crede mai di essere arrivato. Oggi vive a Barcellona. La città spagnola l’ha adottato da tre anni ormai, ma questo non sarà certo il suo ultimo viaggio.
Non ci vuole molto a capire che Andrea è davvero uno spirito libero. Prima di decidere di lasciare l’Italia ha vissuto qualche anno a Bologna, è qui che si è iscritto alla Facoltà di Lettere e Filosofia, decidendo poi di non terminare il suo corso di studi. Si è avvicinato alla chitarra flamenca, seguito corsi di danza contemporanea. Ho maturato l’idea di continuare il mio percorso formativo viaggiando, spiega.


Prima di arrivare a Barcellona hai vissuto altre esperienze all’estero. Me le riassumi?
Beh si, ho vissuto 6 mesi ad Antvpern in Belgio, lavorando nel porto e praticando il francese che avevo studiato al liceo. Poi ho deciso di tornare a Bologna, ma la cittadina emiliana mi stava stretta e così sono salito su un volo per Londra. Qui ho vissuto quattro anni, lavorando nel mercato di Tooting Broadway, vendendo vestiti da festa ad africani, indiani, inglesi e italiani. Durante la mia permanenza nella capitale britannica ho seguito corsi di inglese, composizione musicale, design. Mi sono iscritto anche al Goldsmith College in New Cross.

Insomma non ti sei fatto mancare proprio nulla. Finché…
Ho capito che era arrivato il momento di cambiare aria e così ho deciso di spostarmi nella più vicina Spagna. Sono finito a lavorare in un chiringuito (un piccolo bar ndr) a Formentera. Dopo 8 mesi però mi sono spostato a Barcellona.

Bene, veniamo ad oggi. Barcellona ti ha adottato dal 2007, giusto?
Si, vivo qui da tre anni.

Andrea Pepe3.JPG

Che cosa fai nel capoluogo catalano?
Mi dedico alle mie passioni: studio musica, Qi Gong, seguo corsi di fitoterapia e giardinaggio. Sono fortunato perché lavoro di notte e solo i fine settimana come receptionist in un ostello.

Cosa ti ha offerto questa città?
Barcellona non mi ha offerto soldi quanto piuttosto tempo per incontrare maestri e ragazzi con i quali condividere le proprie conoscenze, le proprie esperienze di vita, crescere come Uomo.

Insomma da profondo e appassionato viaggiatore quale sei non avrei certamente avuto problemi di integrazione o sbaglio?
Nessun problema, gli spagnoli e i tanto criticati catalani sono e restano un popolo molto accogliente. E poi io sono nato sotto la stella della multiculturalità.




Andrea Pepe2.JPG

Studi, coltivi le tue passioni e hai trovato un’occupazione che ti permette di guadagnare lavorando solo nei weekend. Ma allora perché vuoi andare via?
Voglio andare in Andalusia, poi spero di poter tornare un po’ di tempo in Italia, i mie cari mi mancano molto. Tra un paio d’anni, inoltre, conto di andare in India, un’esperienza in Asia non mi dispiacerebbe.

Andrea Pepe1.JPG




Di Antonella Santomauro 12/11/2010


MOLLOTUTTO badge 200 trasparentSEI INVITATO AD UNIRTI ALLA NUOVA COMMUNITY MOLLOTUTTO:
Il nuovo social network per chi desidera cambiare vita e per chi lo ha già fatto. Una rete per non lasciare fuggire i propri sogni e riuscire a realizzarli.
Il nuovo social network MOLLOTUTTO.net è dedicato esclusivamente agli italiani residenti all'estero e a coloro che desiderano diventarlo,
registrati gratuitamente per entrare nella nuova esclusiva Community e avere la possibilità di contattare direttamente le GUIDE MOLLOTUTTO per ogni paese.
Clicca QUI per inziare a cambiare vita, è GRATIS!


World Visa verifica in quali paesi puoi ottenere un visto permanente728 t_21Bvke.gif
Dal 1907 LA TUA SSICURAZIONE VIAGGI
STUDIARE E LAVORARE ALL'ESTERO

EAZYCITY
TRASFERIRE DENARO ALL'ESTERO

Inviare-denaro-Estero

Link Sponsorizzati


zaino bagaglio a mano per voli low cost.jpg
LO ZAINO PERFETTO
COME BAGAGLIO A MANO DA CABINA
ADATTO A TUTTI I VOLI
DELLE COMPAGNIE LOW COST
Salva
HOME:OFFERTE LAVORO ESTERO:GUIDA:LIBRI:PAESI - LEGGI - VISTI:TROVA I VOLI PIU' ECONOMICI:COME CAMBIARE VITA:PENSIONATI ALL'ESTERO:OCCASIONI IMMOBILIARI
MOLLOTUTTO © 1998 Marchio Registrato - Reg.Trib. RE N°1217 - all rights reserved - VAT IT02209570353 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy