Search   You are here:  Un film come spinta per lasciare l'Italia: Messico  
condividi Mollotutto su facebook







Link Sponsorizzati


  Vivere e Lavorare in:  ASIA  | OCEANIA   | AMERICA DEL SUD E CARAIBI   | AMERICA DEL NORD E CENTRALE   | AFRICA   | EUROPA

Link Sponsorizzati


TRASFERIRSI A VIVERE E LAVORARE IN MESSICO: Un film come spinta per lasciare l'Italia
Antonino Francesco Di Marco, tutto ebbe inizio con il film La meglio Gioventù!
(Il professore di patologia dice al suo studente di andare via da questo paese se ha qualche ambizione
...)
Di Silvia Coco 05/01/2012



Un’esperienza in Italia presso una delle sedi della Banca Unicredit, uno start-up in Web-Marketing a Berlino, uno stage presso la compagnia assicurativa Swiss-Re in Messico.
Chi dice che i ragazzi di oggi non vogliono saperne di studiare ed impegnarsi o che di occasioni per i giovani in Italia non ve ne siano?
Antonino è uno schiaffo in pieno viso ad ogni forma di pregiudizio generalizzante sui giovani e sulla loro sfrontata indolenza: una laurea triennale in Economia aziendale, un master M-Mint per l’anno accademico 2010/2011 presso l’Universidad de Las Americas Puebla (UDLAP), in Messico, come studente del quarto anno Double Degree, facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Gesù con sede a Piacenza.
Ventiquattro anni ed un tono nel raccontare di sé che è nel contempo umile eppur pienamente consapevole del proprio valore e con la grinta di chi ammette che il cammino è ancora lungo.
A dargli la spinta per andar via dall’Italia? Un film! Non una banale commediola né un poliziesco pieno d’azione, ma una delle più riuscite ed impegnate pellicole di Marco Tullio Giordana
«Tutto ebbe inizio nel 2008, l’anno del grande cambiamento. Nel film La meglio Gioventù il professore di patologia dice al suo studente, che ha appena superato brillantemente l’esame, di andare via da questo paese se ha qualche ambizione.
Ecco, io ho semplicemente cercato e ricercato dentro di me l’ambizione e sono corso via dall’Italia. Prima Dublino, poi Berlino e infine in Messico».


Ma chi è questo ragazzo così deciso e convinto?
«Mi chiamo Antonino Francesco Di Marco, ho 24 anni e sono siciliano. Sono laureato presso la Cattolica del Sacro Cuore di Gesù di Piacenza e precisamente nel programma di Doppia Laurea (Double Degree Program). Questo programma prevede due anni di studio in Italia e due anni all’estero. Tra le diverse sedi possibili scelsi il Messico e precisamente l’Universidad de Las Americas Puebla. Non conoscevo il Messico tantomeno l’università che mi avrebbe ospitato, ma avevo tanta voglia di evadere dall’Italia, avevo voglia di cambiare, sentivo che dovevo esprimere le mie qualità altrove. Sono strafelice della scelta che ho fatto, ho trovato un Paese incredibile, affascinante, misterioso e caratterizzato da gente splendida, i messicani. Ho vissuto quasi 2 anni a Cholula, città che ospita una delle piramidi più antiche al mondo, e sei mesi a Città del Messico. L’impatto con la cultura messicana per me è stato non troppo difficile, perché sono molto simili a noi siciliani. Calorosi, sempre sorridenti, socievoli, disponibili e sì, dai, magari a volte un po’ pigri, ma scagli la pietra chi non ha peccato! Sin da subito, quindi, mi sono adattato alle loro abitudini, ai loro cibi (credo che, dopo la cucina italiana, venga quella messicana!), alle loro tradizioni e alle loro feste. La gente come dicevo è splendida, mai in due anni e mezzo qualcuno mi ha negato un sorriso e, si sa, in Messico la maggior parte della popolazione vive nella povertà assoluta. Sinceramente dell’Italia non mi è mancato nulla, se non il cibo, ma neanche tanto perché spesso cucinavo io o andavo nei tanti ristoranti italiani della città. Spesso per stare tra connazionali passavo giornate con i miei amici dell’Antica Roma a Cholula, ottima pizzeria con un’atmosfera davvero tutta italiana».

Antonio Francesco Di MArco Plaza_de_las_Banderas.jpg

Quella che l’Università Cattolica di Piacenza offre è una grande occasione che non tutti a vent’anni sono in grado di cogliere o hanno il coraggio di vivere.
Eppure una possibilità formativa di cui Antonino ha compreso l’importanza e di cui, a due anni, continua ad apprezzare la professionalità, in un contesto distante per metodi e tecniche di insegnamento da quello a cui era abituato in Italia.

«L’università, la UDLAP, è semplicemente una delle università più belle che io abbia mai visto. Stupenda struttura e ottima organizzazione. La cosa che mi ha stupito, durante questa mia straordinaria esperienza, è stata la diversa maniera di imparare in classe. Lo stile totalmente diverso dalle nostre lezioni italiane con classi da 150 persone e noiosissime piene di teorie teorie e teorie. Credo, in particolare per chi studia come me Business Administration o International Management, che il sistema americano di fare lezione sia il migliore in assoluto. Ho imparato a presentarmi, a espormi con classi intere presentando in lingua inglese e spagnola progetti, reporting, idee. Un’altra cosa molto utile è stata la gran quantità di lavori di gruppo eseguita, che alla fine è ciò che richiedono le imprese. In Italia non avevo mai fatto cose del genere. Volevo spezzare una lancia in favore della mia Università Cattolica di Piacenza che credo sia un’ottima se non eccellente università, molto vicina al sistema americano con professori giovani e preparatissimi. Dopo questa mia stupenda, direi, esperienza, sono tornato da poco meno di un mese in Italia per ultimare i miei studi, completando le mie due lauree e Master M-Mint con la specialistica, in inglese, in Management Internazionale.






Antonio Francesco Di MArco.JPG

Le idee ben chiare, insomma. Eppure la più banale delle domande va rivolta: dove si vede Antonino tra dieci anni?
«Fra dieci anni mi vedo sicuramente ricoprire una posizione lavorativa importante, spero per un’impresa italiana, presso una filiale estera, magari in America Latina. Mi piace molto quello che studio e credo fortemente nelle mie qualità e con obiettivi chiari so che raggiungerò i miei obiettivi, restando sempre umile e dedicando tempo e passione al mondo del management e alla mia futura carriera professionale».


Antonio Francesco Di MArco Escudo_de_UDLAP_en_Acceso_principal..jpg



Trova un volo economico per Cancun

Trova un hotel economico a Cancun



Di Silvia Coco 05/01/2012






MOLLOTUTTO badge 200 trasparentSEI INVITATO AD UNIRTI ALLA NUOVA COMMUNITY MOLLOTUTTO:
Il nuovo social network per chi desidera cambiare vita e per chi lo ha già fatto. Una rete per non lasciare fuggire i propri sogni e riuscire a realizzarli.
Il nuovo social network MOLLOTUTTO.net è dedicato esclusivamente agli italiani residenti all'estero e a coloro che desiderano diventarlo,
registrati gratuitamente per entrare nella nuova esclusiva Community e avere la possibilità di contattare direttamente le GUIDE MOLLOTUTTO per ogni paese.
Clicca QUI per inziare a cambiare vita, è GRATIS!
World Visa verifica in quali paesi puoi ottenere un visto permanente728 t_21Bvke.gif
Dal 1907 LA TUA SSICURAZIONE VIAGGI
STUDIARE E LAVORARE ALL'ESTERO

EAZYCITY
TRASFERIRE DENARO ALL'ESTERO

Inviare-denaro-Estero

Link Sponsorizzati


zaino bagaglio a mano per voli low cost.jpg
LO ZAINO PERFETTO
COME BAGAGLIO A MANO DA CABINA
ADATTO A TUTTI I VOLI
DELLE COMPAGNIE LOW COST
Salva
HOME:OFFERTE LAVORO ESTERO:GUIDA:LIBRI:PAESI - LEGGI - VISTI:TROVA I VOLI PIU' ECONOMICI:COME CAMBIARE VITA:PENSIONATI ALL'ESTERO:OCCASIONI IMMOBILIARI
MOLLOTUTTO © 1998 Marchio Registrato - Reg.Trib. RE N°1217 - all rights reserved - VAT IT02209570353 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy