Search   You are here:  PROFESSIONE CHEF: Come si diventa Chef  
condividi Mollotutto su facebook







Link Sponsorizzati


confronta voli economici.png
ultimi paradisi terrestri
vivere no limits
Racconti di italiani all'estero
MOLLOTUTTO YOUTUBE
VIAGGI NELLE GRANDI CITTA.png
Mappe e Statistiche
MOLLOTUTTO Music
Links Mollotutto
CHI SIAMO
Scrivi a MOLLOTUTTO
RASSEGNA STAMPA Mollotutto
5 PASSI PER TRASFERIRSI FELICEMENTE ALL'ESTERO
  Vivere e Lavorare in:  ASIA  | OCEANIA   | AMERICA DEL SUD E CARAIBI   | AMERICA DEL NORD E CENTRALE   | AFRICA   | EUROPA

Link Sponsorizzati


PROFESSIONE CHEF: Come si diventa Chef
Diventare chef professionista per lavorare come cuoco in tutto il mondo

Di Francesca Argentati 17/01/2012



Inghilterra, Francia, Spagna, Grecia; la cucina italiana è tra le più apprezzate in tutto il mondo. Di difficile imitazione, essa viene importata dai suoi autori in tantissimi Paesi. A chi, trovandosi all’estero, non è mai capitato di scorgere un ristorante italiano? E quanti, nonostante la voglia di scoprire gusti nuovi, tipici del luogo in cui si trova, hanno rinunciato al “sapore di casa”?
D’altronde, gli italiani all’estero sono conosciuti principalmente per la propria arte culinaria: dalla pizza, agli spaghetti, all’irrinunciabile Nutella, fino ai piatti più raffinati e prelibati.
Per questo motivo, tantissimi cuochi e chef nostrani lavorano con successo in numerosissimi Paesi stranieri. In quasi ogni Stato del mondo è impossibile, ad esempio, non imbattersi in una pizzeria italiana. Altrettanto arduo è non capire se il cuoco ha davvero le nostre stesse origini: la vera pizza napoletana è inconfondibile.

MOLLO TUTTO E FACCIO LO CHEF       MOLLO TUTTO E FACCIO LO CHEF

Cucinare è creare! E' una vera e propria arte che, come tutte le altre, ha come primo ingrediente di successo la passione. A Tenerife,  nelle Isole Canarie, un ragazzo italiano ha aperto da pochi anni una pizzeria; ci ha spiegato che, secondo lui, “cucinando per gli altri si trasmette loro la propria positività. Se cucino con amore per i miei clienti, il cibo sarà più apprezzato, più carico di energia positiva. Al contrario, se mentre lavoro l’impasto sono arrabbiato, il mio stato d’animo sarà in qualche modo assimilato dal piatto, che risulterà indigesto”.
Concatenazione di emozioni a parte, cucinare con amore è sicuramente fondamentale.
In Italia, numerose sono le scuole per chi vuole mettere a frutto la propria passione e il proprio talento.



Tanti sono i giovanissimi che, finite le scuole medie, optano per un istituto professionale per i servizi alberghieri e la ristorazione, che tra le sue sezioni prevede appunto “cucina”. Tutte le regioni di Italia hanno una scuola superiore simile, (fatta eccezione per il Friuli) con maggiore concentrazione in Campania (55), Sicilia (44) e Puglia (34); seguono  Veneto, Lombardia, Lazio, Piemonte, Toscana, Emilia Romagna e Calabria (tra i 18 e i 26), Marche e Liguria (12-11), mentre si riscontra una minore diffusione in Umbria, Molise, Abruzzo e Basilicata  (fra i 3 e gli 8 istituti) terminando con Abruzzo, Trentino e Valle D’Aosta (3,2 e 1).

MOLLO TUTTO E FACCIO LO CHEF

Per chi invece non ha scelto questo percorso in età adolescenziale, o non intende perseguire una carriera scolastica in tal senso, numerosi sono i corsi e le scuole verso cui indirizzarsi:
un esempio è il corso di formazione professionale di alta cucina a Milano, promosso dalla Italian Genius Academy www.italiangeniusacademy.com/corso-di-cucina-professionale-a-milano.htm gruppo di specialisti che si è riunito per dare vita a questo progetto. Le selezioni sono aperte dal 23 gennaio 2012.  C’è poi la scuola internazionale di cucina italiana di Lucca, attiva dal 1985 per merito del Professor Nishimura, di nazionalità giapponese ma grande maestro della cultura italiana. I corsi, che mirano a creare professionisti della nostra cucina e specialmente di quella toscana, si suddividono in lezioni amatoriali, corsi professionali con possibilità di tirocinio, corsi di base e avanzati, corsi specializzati (cucina vegetariana, pasticceria, cucina per celiaci, cucina macrobiotica) e gemellaggio con scuole straniere. Tutte le info al sito www.italiancuisine.it.

L’ ICIF, Istituto di Cucina, Cultura ed Enologia delle Regioni d’Italia, è un’associazione no profit che vuole promuovere la cucina italiana all’estero attraverso corsi di cucina e sommelier per nel Castello di Costigliole d’Asti. I corsi sono dedicati a ristoratori e chef stranieri che vogliono esportare i nostri sapori in tutto il mondo. È possibile contattare la scuola al sito www.icif.com. Anche la scuola internazionale di cucina italiana ALMA crea professionisti del settore attraverso diversi corsi: corso superiore (10 mesi) e sulle tecniche di base (2 mesi), corsi di pasticceria della durata di 7 mesi, corso Manager della ristorazione, Master Sommelier e molti altri al link www.alma.scuolacucina.it. Segnaliamo anche  Accademia del gusto www.accademiadelgusto.ra.it che offre corsi amatoriali e professionali nella città di Ravenna; UET Italia, Scuola Universitaria Europea per il turismo dedicata alla formazione di figure professionali nel mondo del turismo, prevede un corso specializzato denominato Food & Beverage Junior Manager, volto a diplomati che vogliono imparare a realizzare banchetti e buffet su misura e personalizzati www.uetitalia.it/Corsi/Food---Beverage-Junior-Manager.aspx
ANPA, Accademia Nazionale Professioni Alberghiere forma, attraverso corsi e master nella capitale, personale qualificato per il settore ristorazione alberghiera. Tutti i dettagli al sito www.anpascuola.it
MOLLO TUTTO E FACCIO LO CHEF

Queste e molte altre scuole in Italia sono a disposizione di chi vuole diventare un bravo cuoco o chef, acquisendo tutte le principali tecniche di questo affascinante mestiere. E, perché no, seguire le orme di moltissimi connazionali: aprire un proprio ristorante o cercare impiego presso strutture estere. Prestigio a parte, indiscusso pressoché ovunque, il guadagno di un Italian Chef varia ed è ovviamente commisurato al Paese di destinazione; molti professionisti scelgono di lavorare su navi da crociera, ed anche in questo caso il guadagno è dipeso dalla bandiera con la quale si viaggia; indicativamente, si va dai 2.000 ai 5.000 euro mensili. In Asia la media generale è di 3.500 euro mentre in Giappone è possibile guadagnare fino a 10.000 euro, con una media minima di 6.000.  In Messico e  Brasile si parla di 2.000 euro (comunque molti, in relazione al costo della vita locale), mentre ad Istanbul gli stipendi partono da un minimo di 2.000 fino ad un massimo di 9.000 euro mensili. L’Inghilterra offre dalle 30.000 alle 45.000 sterline annuali (lavorando presso hotel a 4 stelle) e l’Egitto circa 3.000 euro oltre all’alloggio e un biglietto a/r per l’Italia nei casi di lavoro stagionale.
Per chi invece si trova fuori per motivi di viaggio o di trasferimento e sente nostalgia di casa, tra i principali ristoranti italiani all’estero ci sono All'Isola Pasta & Pesce e Dal Toscano (Austria);  Cafe Milano e Pizzeria da Mario (Germania); Al Dente e Boccondivino (Spagna); Agelos e Klimatiaria (Grecia); A
mico’s Pizza e Passione Italiana Ristorante (Canada); Bella Italia e Da Aldo Ristorane Italiano (Inghilterra); Il Giardino Italiano (Russia) e Osteria Ticinese (Svizzera); Il Treno Blu (Francia), Peccati di Gola (Ungheria),  Mistral (Hong Kong), Taverna la Piazza (Giappone). Sono solo alcuni dei moltissimi nomi italiani di cucina estera.
Riconoscere la vera qualità italiana non sarà difficile: il ministero dell’Agricoltura ha disposto un decreto che promuove un elenco dei “ristoratori di qualità all’estero”.
Ogni chef potrà esporre una targa riconoscitiva con il logo del ministero.
Requisiti: l’utilizzo di ricette e ingredienti esclusivamente made in Italy e l’offerta, tra le varie provenienze, di vini e birre italiane.
La lista delle strutture DOC sarà disponibile on line.

chef  185.jpg

Leggi il Manuale dello Chef

Di
Francesca Argentati 17/01/2012


MOLLOTUTTO badge 200 trasparentSEI INVITATO AD UNIRTI ALLA NUOVA COMMUNITY MOLLOTUTTO:
Il nuovo social network per chi desidera cambiare vita e per chi lo ha già fatto. Una rete per non lasciare fuggire i propri sogni e riuscire a realizzarli.
Il nuovo social network MOLLOTUTTO.net è dedicato esclusivamente agli italiani residenti all'estero e a coloro che desiderano diventarlo,
registrati gratuitamente per entrare nella nuova esclusiva Community e avere la possibilità di contattare direttamente le GUIDE MOLLOTUTTO per ogni paese.
Clicca QUI per inziare a cambiare vita, è GRATIS!


TRASFERIRE DENARO ALL'ESTERO

Inviare-denaro-Estero

Dal 1907 LA TUA SSICURAZIONE VIAGGI
STUDIARE E LAVORARE ALL'ESTERO

EAZYCITY
Link Sponsorizzati


zaino bagaglio a mano per voli low cost.jpg
LO ZAINO PERFETTO
COME BAGAGLIO A MANO DA CABINA
ADATTO A TUTTI I VOLI
DELLE COMPAGNIE LOW COST
Salva
HOME:OFFERTE LAVORO ESTERO:GUIDA:LIBRI:PAESI - LEGGI - VISTI:TROVA I VOLI PIU' ECONOMICI:COME CAMBIARE VITA:PENSIONATI ALL'ESTERO:OCCASIONI IMMOBILIARI
MOLLOTUTTO © 1998 Marchio Registrato - Reg.Trib. RE N°1217 - all rights reserved - VAT IT02209570353 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy