Search   You are here:  Professione Skipper: Andrea Pendibene  
condividi Mollotutto su facebook







Link Sponsorizzati


5 PASSI PER TRASFERIRSI FELICEMENTE ALL'ESTERO
  Vivere e Lavorare in:  ASIA  | OCEANIA   | AMERICA DEL SUD E CARAIBI   | AMERICA DEL NORD E CENTRALE   | AFRICA   | EUROPA

Link Sponsorizzati


PROFESSIONE SKIPPER: Andrea Pendibene
Skipper professionista della Marina Militare, una passione diventata professione

Di Simona Cortopassi 15/01/2013                                           
Link Sponsorizzati


Nel 2005 ha comprato in un pollaio una vecchia barca non più competitiva che ha rimesso in ordine e si è presentato al Campionato Italiano del 2007 vincendolo al primo colpo!
Andrea Pendibene aveva iniziato ad andare in barca e fare regate solo due anni prima, ora è skipper di professione per la Marina Militare
.


Ciao Andrea, parliamo un po’ di te e della tua professione, so che nella vita fai lo skipper, un lavoro che mi incuriosisce molto. Dove vivevi, dove abiti ora, che studi hai fatto?
Sono di Viareggio, dopo il Nautico ho iniziato l'università e da quel momento è nato l'amore per il mare, la vela e la Marina Militare.

Hai sempre voluto fare lo skipper fin da piccolo?
Ho fatto di tutto, ormeggiatore al Club Nautico, il barman in discoteca, le consegne delle pizze con lo scooter, poi l'università in Ingegneria mi ha aperto gli orizzonti sulle imbarcazioni da regata ad alta tecnologia.

Andrea Pendibene skipper professione Marina Militare

Da cosa nasce questa passione per la vela e il mare? E come hai fatto a farla diventare un lavoro?

Grazie ai professori della Università ho iniziato a fare stage con le borse di studio. Ho iniziato ad andare in barca racimolando qualche soldo facendo i trasferimenti e per me era meglio che consegnare le pizze. Nel 2005 ho comprato in un pollaio una vecchia barca, non più competitiva che ho rimesso in ordine e mi sono presentato al Campionato Italiano del 2007 vincendolo al primo colpo! Piccola parentesi ho iniziato ad andare in barca e fare regate due anni prima.

Qual è la tua imbarcazione e che rapporto hai con lei?
Attualmente ho un mini 650 serie (ginto). Purtroppo la mia prima barca (mini 650 serie naus) l'ho dovuta vendere per comprarmi l’attuale che è in vendita.. Le barche da regata ad alta tecnologia si cambiano ogni anno, l'evoluzione in questo campo è velocissima e senza una barca veloce non si può vincere. Una brutta cosa per chi come me passa ore e ore sulla barca ed è costretto a cambiarla, ma cerco sempre di selezionare a chi venderla e  magari poter tornare a veleggiare per qualche ora sulla mia vecchia barchetta.

Andrea Pendibene skipper professione Marina Militare

Parliamo di viaggi: ne hai fatti molti soprattutto in mare, quali sensazioni si provano al largo? Soprattutto nelle regate in solitaria?

Io amo viaggiare e farlo per piacere. In barca essendo in regata tutto deve essere fatto veloce e meglio degli altri quindi spesso non riesco a godere dei luoghi dove sono. Finita una regata ne comincia subito un’altra e bisogna arrivare preparati al meglio... diciamo che il momento che apprezzo di più è il trasferimento tra una regata e l’altra.

Andrea Pendibene skipper professione Marina Militare

In tutti questi anni di vela e mare, qual è la cosa più strana o la più grande paura, se vogliamo che ti è capitata?

Sinceramente rientrare a Viareggio, la mia barca è da gara e quindi non ha il motore, una volta ho provato ad entrare in porto e mi volevano fare la multa... PS non ero ancora entrato in Marina, magari ora potrei riuscirci.

Cosa si prova a stare tanto tempo lontano da casa? Sei contento della tua vita o sono troppi i sacrifici da affrontare?

Sto tanto tempo lontano da casa, mia sorella ha partorito da due mesi, ha chiamato suo figlio Andrea come me e io neppure l'ho visto… Questi sono sacrifici grossi ma sono ancora più grandi i sacrifici che si devono fare per arrivare preparati alle regate.

Andrea Pendibene skipper professione Marina Militare

Andrea Pendibene skipper professione Marina Militare

Dopo diversi anni di lavoro, se dovessi fare un bilancio della tua vita finora? So che sei tra i migliori 84 skipper del mondo.

Sono molto contento, sto crescendo molto e spero con la Marina di poter accelerare la mia crescita, l'obiettivo è diventare il N°1 anche se sono più conosciuto in Francia che in Italia.

So anche che hai avuto anche il tempo di scrivere un libro “Mini Transat. Diario di Bordo di un sogno che si avvera”.
Si, grazie alla casa editrice Nutrimenti ho scritto un libro, o meglio hanno avuto il coraggio di rivedere e correggere dei fogli intrisi di sale scritti durante la MiniTransat 2007.

 Andrea Pendibene skipper professione Marina Militare

Quando senti parlare di “crisi” e problemi di persone che perdono il lavoro, cosa pensi della tua vita… Ci si può sempre inventare un lavoro basta avere coraggio, bravura e intraprendenza? Tu sei spaventato dal futuro?

Dopo la stagione del 2007 ho fatto un concorso in Marina Militare come atleta è l'ho vinto. Sono un precario ed ho un contratto di 4 anni, ne mancano meno di 3 alla scadenza e quindi anche io ho le mie ansie ma cerco di vivere la mia passione nel migliore dei modi cercando di farmi coraggio e stare il meno possibile a terra!

Quanto pensi che conti la fortuna nella vita?
Vedo la fortuna come una occasione da cercare, lottare per raggiungerla e saper coglierla al volo, non credo alle promozioni facili, magari ci sono ma non credo per me, io come molti altri, dobbiamo guadagnarci tutto!

Andrea Pendibene skipper professione Marina Militare

Quali sono i tuoi progetti futuri? Hai traguardi che vorresti raggiungere? In questo momento dove sei?

Vorrei fare un ottimo risultato al Campionato Italiano e fare contenti i miei Capi e Comandanti, la mia gestione non è facile e io sono un caratterino niente male. Penso che sia doveroso a chi sta lavorando per ottenere il massimo e far sventolare il guidone della SVMM (Marina Militare) alto, magari più alto degli altri. Vorrei potermi fare una vacanza di qualche giorno e magari strappare un contratto alla Marina Militare come loro atleta ufficiale... Sono tra Napoli sede del Centro Velico della Marina, La Spezia dove è la barca in attesa delle lavorazioni, La Grande Motte in Francia.

Andrea Pendibene skipper professione Marina Militare

Il rapporto con la Marina Militare per un’atleta di alto livello?

Sono un Militare quindi ho dei doveri e come tutti i militari ho fatto il giuramento. Il mio Capo Pisano che è anche il mio Coach mi segue ed è colui che si interfaccia con la burocrazia spesso non snella come vorrebbe un ‘atleta, ma in certi casi è meglio così... altrimenti sarei sempre di corsa!


Di Simona Cortopassi 15/01/2013

MOLLOTUTTO badge 200 trasparentSEI INVITATO AD UNIRTI ALLA NUOVA COMMUNITY MOLLOTUTTO:
Il nuovo social network per chi desidera cambiare vita e per chi lo ha già fatto. Una rete per non lasciare fuggire i propri sogni e riuscire a realizzarli.
Il nuovo social network MOLLOTUTTO.net è dedicato esclusivamente agli italiani residenti all'estero e a coloro che desiderano diventarlo,
registrati gratuitamente per entrare nella nuova esclusiva Community e avere la possibilità di contattare direttamente le GUIDE MOLLOTUTTO per ogni paese.
Clicca QUI per inziare a cambiare vita, è GRATIS!
World Visa verifica in quali paesi puoi ottenere un visto permanente728 t_21Bvke.gif
Dal 1907 LA TUA SSICURAZIONE VIAGGI
STUDIARE E LAVORARE ALL'ESTERO

EAZYCITY
TRASFERIRE DENARO ALL'ESTERO

Inviare-denaro-Estero

Link Sponsorizzati


zaino bagaglio a mano per voli low cost.jpg
LO ZAINO PERFETTO
COME BAGAGLIO A MANO DA CABINA
ADATTO A TUTTI I VOLI
DELLE COMPAGNIE LOW COST
Salva
HOME:OFFERTE LAVORO ESTERO:GUIDA:LIBRI:PAESI - LEGGI - VISTI:TROVA I VOLI PIU' ECONOMICI:COME CAMBIARE VITA:PENSIONATI ALL'ESTERO:OCCASIONI IMMOBILIARI
MOLLOTUTTO © 1998 Marchio Registrato - Reg.Trib. RE N°1217 - all rights reserved - VAT IT02209570353 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy