Search   You are here:  Selina: lavorare come cuoca e viaggiare  
condividi Mollotutto su facebook







Link Sponsorizzati


5 PASSI PER TRASFERIRSI FELICEMENTE ALL'ESTERO
Partner TRASLOCHI
Traslochi Internazionali Low Cost

Partner AUSTRALIA
Trasferirsi in AUSTRALIA

Partner IRLANDA
Trasferirsi in IRLANDA

Partner
CANARIE
Trasferirsi alle CANARIE

Partner CAPO VERDE
CapoVerde 170x85


Partner LONDRA
Trasferirsi a LONDRA

Partner PORTOGALLO

Portogallo da Vivere 200.png


Casinò LeoVegas
Salva
  Vivere e Lavorare in:  ASIA  | OCEANIA   | AMERICA DEL SUD E CARAIBI   | AMERICA DEL NORD E CENTRALE   | AFRICA   | EUROPA

Link Sponsorizzati


LAVORARE COME CUOCA E VIAGGIARE
Selina è riuscita a coniugare le sue passioni: lavorare come cuoca e viaggiare per il mondo

Di Giacomo Savonitto 29/12/2013



Selina, da poco ventottenne, è una cuoca ma soprattutto una viaggiatrice. Da quando era piccola i suoi genitori le hanno trasmesso la passione per i viaggi low-cost, zaino in spalla, o col furgoncino WolksWagen di famiglia. Qualche anno più tardi Selina incontra Walter un suo compagno di scuola, all’alberghiero, con cui condivide le stesse passioni: lavorare come cuoca e viaggiare in giro per il mondo.
Da quel momento Selina e Walter non si sono più fermati: Londra, Cornovaglia, Australia, Nuova Zelanda, Francia, Brasile, passando per Cambogia, Thailandia e gran parte del Sud America..
.


Selina cuoca viaggiatrice

Quando è nato il tuo amore per il viaggio?

Già da piccola anche con i miei genitori ho sempre fatto vacanze "da barboni" o comunque con pochi soldi, al selvaggio.
All'età di 6 mesi ero ad Amsterdam su un piccolo furgone con mio padre e mia madre ( ai tempi 2 giovani hippy). Con il mio patrigno sono poi stata diverse volte in Inghilterra, in quanto lui è di origini inglesi e, a 14 anni, ho fatto il mio primo viaggio fuori Europa con mio padre, in Marocco, siamo stati un mese sul camper VolksWagen del 1987 che da qualche anno è diventato mio, e continua a fare tanti km, oltre a servirmi come casa d' estate.

Quand'è che hai deciso di mollare tutto e di partire definitivamente?
È stato dopo il diploma di cuoca all'alberghiero di Dronero (Cuneo) quando ho deciso di partire per Londra con il mio ragazzo, anche lui appena diplomato come cuoco.
Avevamo già trovato un lavoro attraverso alcune conoscenze di mia zia Paola (anche lei fuori dall'Italia da tanti anni): io in un ristorante francese e Walter al Cipriani (rinomato ristorante italiano). A Londra siamo però rimasti poco più di un anno, poi ci siamo stufati della grande città, di vita e orari frenetici e ci siamo diretti verso i piccoli paesini della campagna inglese: prima a Barnsley e poi nella stupenda Cornovaglia a Fowey, dove io ho ritrovato la famiglia del mio patrigno. Sua sorella Nina, con il marito Mike e i 3 figli, ci hanno accolto a casa come figli e hanno condiviso tutto con noi, specialmente tanti momenti sereni e di felicità, cose che non sempre si riescono a sentire neanche nella propria famiglia.

Selina cuoca viaggiatrice 5.jpg

Nonostante vi trovaste molto bene, avete però deciso di ripartire?

Sì, dopo una stagione estiva a Fowey, nel 2005 siamo partiti per l'Australia, perdendoci così un inverno!
Avevamo 20 anni e atterrare in Australia è stato come arrivare in un altro mondo. Era tutto così diverso: il clima, la natura, gli animali, le città, la gente... Siamo arrivati di notte e mi ricordo che abbiamo aspettato il mattino per uscire dall'aeroporto. Alle 5 il sole era già alto, una luce abbagliante.. un caldo e un sole stupendo.

Anche questa volta avevate già un posto di lavoro ad aspettarvi?
No, questa volta eravamo partiti senza meta e senza lavoro ma, nel giro di 2 settimane, già lavoravamo in un ristorante di un piccolo paesino a 400Km a sud di Perth e prendevamo 500 dollari a settimana a testa, con casa e cibo gratis. Dopo 3 mesi di lavoro ci siamo comprati una vecchia macchina, una tenda, un sacco a pelo, fornelletto e pentole e siamo partiti per esplorare questa immensa terra.
In un mese e mezzo abbiamo fatto 10.000 km ed abbiamo attraversato il deserto percorrendo una lunghissima strada tutta dritta, senza abitazioni e solo un benzinaio ogni 500km, col sole alto e un afa pazzesca... senza aria condizionata, senza segnale radio o per i cellulari ma solo 1 cassetta di Adriano Celentano, trovata in un mercatino di Perth. Di questo viaggio non ho che piacevoli ricordi, i migliori della mia vita.. è stato bellissimo... ogni giorno guidare, montare la tenda in un posto diverso e cucinare su un fornelletto da campeggio.. non siamo mai stati al ristorante.

Selina cuoca viaggiatrice 7.jpg

E quando sono finiti i soldi?

Siamo arrivati fino a Cairns, dove abbiamo ricominciato a lavorare per un agenzia che ci mandava in diversi ristoranti a sostituire cuochi in ferie o in malattia, o come aiutanti extra. Anche qui eravamo pagati benissimo per avere 20 anni.
Alla fine la nostra esperienza in Australia è durata 9 mesi e poi siamo ritornati un po' in Italia, prima di ripartire per l'Inghilterra.
Perché non siete rimasti in Australia? Insomma il paese vi piaceva, gli stipendi erano buoni..
L' Australia è stupenda,tante persone si trasferiscono a vivere là, ma noi eravamo ancora molto giovani e con tanti paesi da visitare.
E poi dopo un po’ sentiamo sempre la mancanza dei famigliari e di alcuni amici. Per questo motivo, almeno fino ad ora, siamo sempre tornati da tutti i viaggi. Inoltre penso che è un po’ come se fossimo alla continua ricerca del "paradiso"… di quel posto nel mondo dove ci sentiremo finalmente a casa.
Per il momento pensiamo che ci sono ancora tanti posti magnifici in giro per il mondo e che fermandoci rinunceremo alla possibilità di scoprirli.

Selina cuoca viaggiatrice 3.jpg

Dopo un'altra stagione in Inghilterra, a Newquay, avete poi deciso di ritornare un po' in Italia: che cosa facevate? Quanto è durata?

Sì, per un po' abbiamo provato a fermarci in Italia: io ho preso un circolo acli in gestione con la mia migliore amica e Walter lavorava come sottocuoco in un ristorante storico, tipico piemontese. Ci siamo affittati una casa in campagna, abbiamo preso un cane... ma dopo un anno e mezzo eravamo veramente al limite, non condividevamo più niente che ci piacesse, così siamo ripartiti per la Nuova Zelanda (2009).



Selina cuoca viaggiatrice

Cosa avete fatto in Nuova Zelanda? Lavorato? Viaggiato?
È stato un viaggio stupendo: ci siamo comprati un furgone, lavorato 3 mesi e viaggiato 6, fatto wwoofing, conosciuto un sacco di gente stupenda, tra cui Jelle (un belga) che è tuttora uno dei nostri migliori amici. Ad oggi abbiamo fatto 4 stagioni lavorative assieme e vissuto nella stessa casa per un totale di 1 anno.. Poi Jessica (argentina), una ragazza che dal primo momento mi è sembrata la sorella che non ho mai avuto ( io ho 3 fratelli più piccoli): ci siamo poi riviste a Barcellona, in Sicilia, un'altra volta in Francia e l'ultima in Argentina!
Nel viaggio di ritorno ci siamo anche fermati un mese in Thailandia e Cambogia. Un paradiso per gli occhi!

E poi, di nuovo Italia?
Sì, siamo ritornati ancora una volta in Italia, dove abbiamo deciso di prendere un ristorante in gestione, resistito quasi 2 anni. Jelle è venuto a lavorare con noi, vivevamo sopra il ristorante. Un sacco di ore di lavoro, inverno gelido ma se non altro messo da parte un po' di soldini.

Selina cuoca viaggiatrice 8.jpg

Per ripartire subito?

Esatto, un po' a caso abbiamo scelto di andare a cercare fortuna a Biarritz, sulla costa occidentale francese, sempre con il nostro furgoncino VW.. la scelta in realtà è stata influenzata dal fatto che Biarritz è la capitale europea del surf, sport di cui Walter si era innamorato nei viaggi precedenti e poi c’era anche la voglia di imparare una nuova lingua e nuove tecniche di cucina.

In Francia come è andata?

Con un po' di difficoltà iniziali (un po' per la lingua e un po' perché purtroppo c'è tanta rivalità tra la cucina francese e quella italiana) siamo riusciti a trovare 2 lavori estivi e una camera in una casa enorme in centro, insieme alla proprietaria ( una signora di 89 anni), una coppia di alcolizzati e un mio collega. Sistemazione sicuramente ottima dopo aver dormito per 1 mese sul camper, in un parcheggio pubblico.
Io ho avuto la fortuna di trovare lavoro come cameriera in un ristorante-pizzeria, dove tutti mi hanno adorata da subito, i padroni, le colleghe e, anche se facevo tantissime ore, non mi pesava perché ero in un bel ambiente.
Tra 3 dipendenti stagionali hanno chiesto a me di restare e mi hanno fatto un contratto a tempo indeterminato.. non penso che avessero mai visto una ragazza che mentre firmava il contratto gli diceva che non sarebbe rimasta a lungo perché aveva ancora troppa voglia di scoprire e vedere posti nuovi.
Infatti a Dicembre 2012 eravamo in partenza per Rio de Janeiro.

Selina cuoca viaggiatrice

Beh giusto, il Sud America vi mancava... Avete lavorato anche qui?

Già, in Sud America era ancora una volta tutto nuovo per noi.. ci tuffavamo nuovamente in un altro mondo tutto da scoprire!!
Siamo rimasti 7 mesi, solo viaggiando... abbiamo fatto un sacco di km in Autostop, dormito in tenda nella natura o anche a bordi di strade, fatto tanto couchsurfing e conosciuto persone meravigliose. Abbiamo riscoperto il piacere di vivere senza impegni, nella natura, camminando in tanti parchi naturali.
Dal Brasile, siamo passati all'Uruguay, poi Argentina fino alla città più a sud del mondo(Usuhuaia), poi Cile, Perù, Bolivia e Ecuador.. tutto via terra e con pochi soldi. Esperienza indimenticabile.

Selina cuoca viaggiatrice 4.jpg

E dopo il Sud america?

Siamo tornati in Italia ma anche questa volta siamo rimasti poco e siamo subito ripartiti per la Francia, dove abbiamo fatto la stagione estiva nel Le Lot a Souillac, di nuovo insieme a Jelle.

E adesso? Avete qualche nuovo progetto?
Adesso siamo a Cuneo, dove passeremo il natale in famiglia, dopo 10 anni in cui l'abbiamo passato all'estero o comunque lavorando nei giorni di festa.
Ma anche in questo caso la permanenza in Italia sarà breve, le valige sono già pronte davanti alla porta.
Per una volta ritorniamo in una città già conosciuta.. andiamo a Biarritz a aiutare un mio ex collega francese ad aprire il suo ristorante: vuole fare un locale italiano. Walter sarà capo cuoco e io lavorerò in sala e al bar.. in questi giorni infatti siamo stati là a cercare casa e a preparare il menù. Apertura 6 gennaio.

Selina cuoca viaggiatrice 10.jpg

Sembra un progetto a lungo termine... questa volta vi sistemerete per un po'?

Vedremo quanto resisteremo in questa nuova avventura. In realtà stiamo già sognando il prossimo viaggio: ci piacerebbe andare in Costarica e poi anche in Vietnam e in India.


Selina cuoca viaggiatrice.jpg

Di Giacomo Savonitto 29/12/2013

MOLLOTUTTO badge 200 trasparentSEI INVITATO AD UNIRTI ALLA NUOVA COMMUNITY MOLLOTUTTO:
Il nuovo social network per chi desidera cambiare vita e per chi lo ha già fatto. Una rete per non lasciare fuggire i propri sogni e riuscire a realizzarli.
Il nuovo social network MOLLOTUTTO.net è dedicato esclusivamente agli italiani residenti all'estero e a coloro che desiderano diventarlo,
registrati gratuitamente per entrare nella nuova esclusiva Community e avere la possibilità di contattare direttamente le GUIDE MOLLOTUTTO per ogni paese.
Clicca QUI per inziare a cambiare vita, è GRATIS!
STUDIARE E LAVORARE ALL'ESTERO

EAZYCITY
TRASFERIRE DENARO ALL'ESTERO

Inviare-denaro-Estero

Link Sponsorizzati

Dal 1907 LA TUA SSICURAZIONE VIAGGI
INVESTIRE IN IMMOBILI NEGLI USA

investire immobili USA
B&B IN VENDITA A PANAMA
B&B in vendita a Panama occasione per trasferirsi a lavorare e vivere a Panama


Bed & Breakfast in vendita sulla costa atlantica posizionato sul mare nel mezzo del mare dei Caraibi. Il B&B è avviato e funzionante da anni e permette di affittare stanze e/o appartamenti.  La struttura è composta da: Tre appartamenti; Due stanze doppie indipendenti; Un piccolo negozio da parrucchiera; Una grande reception; Una terrazza solarium a 4 metri di altezza sopra il mare; Un pontile privato per l’accesso dei clienti. Leggi l'annuncio...

FORMAZIONE PROFESSIONALE PER BARMAN

ACCADEMIA-BARTENDER

zaino bagaglio a mano per voli low cost.jpg
LO ZAINO PERFETTO
COME BAGAGLIO A MANO DA CABINA
ADATTO A TUTTI I VOLI
DELLE COMPAGNIE LOW COST
Salva
HOME:OFFERTE LAVORO ESTERO:GUIDA:LIBRI:PAESI - LEGGI - VISTI:TROVA I VOLI PIU' ECONOMICI:COME CAMBIARE VITA:PENSIONATI ALL'ESTERO:OCCASIONI IMMOBILIARI
MOLLOTUTTO © 1998 Marchio Registrato - Reg.Trib. RE N°1217 - all rights reserved - VAT IT02209570353 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy