Search   You are here:  Racconto di viaggio a SANTO DOMINGO  
condividi Mollotutto su facebook







Link Sponsorizzati


  Vivere e Lavorare in:  ASIA  | OCEANIA   | AMERICA DEL SUD E CARAIBI   | AMERICA DEL NORD E CENTRALE   | AFRICA   | EUROPA

Link Sponsorizzati



VIAGGIO IN REPUBBLICA DOMINICANA



C
ammini nell'acqua e prima che ti arrivi alle ginocchia sono passati 50 metri. La sabbia è fine e compatta. Niente alghe. Niente sassi. L'acqua è chiara, la temperatura ideale. Playa Las Terrenas. Dal largo guardi verso terra e vedi un bordo continuo di verde. Sulla battigia nessuno. La spiaggia si chiude in un anfiteatro immenso. Sono chilometri. Nel mio vagabondare caraibico non ricordo nessun altro posto così. Questa è Las Terrenas. Un lenzuolo di terra fra il mare azzurro cristallino e la più bella vegetazione tropicale che possiate immaginare. Per questi motivi, e non solo, questo è per me un paradiso in terra. Per chi ama questo tipo di atmosfere non sono immagini che si dimenticano tanto facilmente. Una volta che ci sei dentro è come aver varcato il "punto di non ritorno". Da quel momento in poi non fai che chiederti a che serva veramente dividersi tra le tangenziali e l'ufficio, il centro commerciale di sabato pomeriggio, i silenzi con la fidanzata o la moglie e le ore per trovare parcheggio quelle uniche sere libere in cui oltre che te è uscito anche l'altro 70% della città o "cosette" di questo tipo.

Così l'idea dell'avventura di una vita da ricominciare ti sale alla testa e non ti molla più. Il mondo è sempre più inquieto e la tentazione fa vacillare. Bè, quando vi succede questo quella è la vostra vita che sta bussando alla porta del vostro cuore e del vostro amor proprio perchè vuole entrare ed iniziare di nuovo ad essere vissuta.
Un consiglio? Lasciatela entrare, unite il cuore e l'istinto al cervello e non ve ne pentirete! L'unica cosa che serva davvero è un po' di coraggio e di dignità.

Las Terrenas si trova nella parte nord-orientale dell'isola, sulla costa Nord della penisola di Samanà (l’estremo Nordest della Repubblica Dominicana, sicuramente una delle zone a tuttoggi più incontaminate e lontane dal turismo di massa), ed è incassata tra le colline assolate, costellate di palme e attorniate da numerose spiagge praticamente ancora vergini.

Un arcobaleno dai colori vivi e brillanti elargiti con grande generosità dalla natura, costituiscono questi luoghi, che ripeto sono veri e propri paradisi, costeggiati per 20 km circa da un mare calmo, limpido e ricco di pesci per gli amanti della pesca subacquea.

In prossimità del famoso Parco Nazionale de Los Haitises, situato nella baia di Samanà ogni anno da metà dicembre ad aprile si danno appuntamento circa tremila balene, puntuali come balene svizzere, per partorire e allattare i loro piccoli. Vengono nelle acque protette, calme e calde della baia per riprodursi e poi se ne ritornano in alto mare. Sono megattere, tra le balene più grandi esistenti nell'Atlantico. Lunghe fino a 18 metri, pesano tra le 55 e le 65 tonnellate. Sono nere o grigio scuro con la gola e le pinne bianche. Quando risalgono in superficie e soffiano il getto arriva fino a 3 metri. Spettacolo imperdibile che qui documento con alcune foto e che almeno una volta nella vita vale la pena di essere visto! Vengono organizzate escursioni, per lo più guidate da persone locali esperte della zona che a prezzi ragionevoli permettono di poter osservare questo meraviglioso spettacolo da veramente molto, ma molto vicino! A Samanà c'è anche l'agenzia di KIM BEDDALL, una biologa marina canadese che sa tutto sulle megattere e ogni giorno organizza i battelli per il whale-watching a 45-50 dollari a persona per due ore tra le balene innamorate e i loro sonori rituali d'amore.

Las Terrenas è famosa sia per la lunga e splendida spiaggia, caratterizzata dalle sue limpide acque e dalla sua sabbia dorata, sia per la presenza di molti ristorantini e bar sulla spiaggia che servono squisite specialità di qualsiasi cucina, dai frutti di mare freschi a quella italiana. A PLAYA BONITA potete spesso trovarvi, specialmente nell'ora di pranzo, in mezzo a grigliate di pesce improvvisate , dove fra aragoste arrostite in riva al mare e birra gelata c'è anche qualche musicista locale che vi intrattiene con la chitarra al suono melodioso della musica tipica!

Qui il tempo per molti aspetti sembra essersi fermato, ad almeno venti anni fa, ed ancora (nonostante il progresso avanzi) è facile vedere carretti trainati da cavalli. Fino a 15 anni fa qui non arrivava nemmeno la luce elettrica e le giornate erano scandite ancora dai ritmi della natura, per cui la giornata finiva quando calava il sole. Ora molte cose sono cambiate da allora e la modernità è arrivata anche qui in molti suoi aspetti, ma nonostante tutto si vive ancora una vita sana, dai ritmi umani, che non è stata troppo intaccata dalle masse turistiche. Pur presentando ormai moltissime strutture alberghiere, molte delle quali internazionali, questa zona per ora ha mantenuto il suo aspetto naturale inalterato grazie alla fitta vegetazione del territorio, ed alle vie di comunicazione ancora precarie che ne hanno mantenuto un certo isolamento. Il capoluogo della regione è Santa Barbara de Samana, affacciata sull'omonimo golfo nella parte sud della penisola; la località turisticamente più importante è appunto Las Terrenas a circa 40 km di strada ormai tutta asfaltata per fortuna! Queste terre offrono sicuramente la possibilità di soggiornare in estrema tranquillità in ambienti da sogno, a sconto, chiaramente della mondanità della Capitale. Per coloro che soggiornano in Boca Chica o zone limitrofe passare una settimana in questa zona può essere una piacevole escursione. Insomma dopo anni di viaggi ai Caraibi io ho scelto di trasferirmi qui perchè per una serie di motivi che stò cercando di illustrarvi questo, dei Caraibi, è secondo me, ma anche secondo molti altri, uno dei posti più belli in assoluto!

A Las Terrenas si trovano inoltre moltissimi pittori haitiani da cui potrete comprare dei bellissimi e coloratissimi quadri su tela con colori acrilici (vedi foto). Alcuni sono delle vere opere d'arte.La scelta è vastissima, starà a voi trovare quello che più vi piace.

La moneta usata è il pesos dominicano (RD$) che varia nel cambio di valuta con il dollaro e l'euro molto frequentemente, perciò se volete sapere quanto vi potrebbe servire al momento del vostro viaggio contattatemi per avere notizie sulla situazione economica attuale.

Arrivare a Samana non è comodo, e questo, come detto precedentemente, ha contribuito a mantenere intatta la natura. La zona non è ancora dotata di un aeroporto internazionale, che a tutt'oggi in fase di costruzione non consente di fare previsioni per la sua apertura; e le strade che uniscono la regione alle città principali della RD sono modeste ed abbastanza insufficienti. Il turista che dopo 12 ore di volo arriva in RD deve sobbarcarsi ancora un lungo viaggio....ma una volta arrivato verrà ripagato della fatica che poi ha comunque in sè un chè di avventuroso e ci permette di immergerci sin da subito nella realtà dominicana.




- LAS TERRENAS : è sicuramente il capoluogo del turismo della zona, Il punto perfetto dove fare base.Presenta ancora una natura incontaminata e strade sterrate, senza però far mancare i servizi essenziali quali negozi, uffici pubblici, banche, clinica medica e aereoporto per i voli nazionali (EL PORTILLO). Isolata dal resto della penisola da grandi colline che la nascondono, è collegata a Sanchez tramite una tortuosa strada (detta LA LOMA) che si percorre in venti minuti, ed a S.Barbara de Samanà tramite una strada asfaltata; in tutto 40 chilometri da percorrersi in un ora. Las Terrenas è senza dubbio la località ideale per fare base durante la vostra escursione nella penisola di SAMANA. La strada principale del paese sfocia in una spiaggia che si dirama a destra verso EL PORTILLO con la splendida PLAYA PUNTA POPI ed a sinistra la costa dove si trova il vecchio paesino di pescatori e dove (ormai) sono sorti alberghi che comunque non contrastano troppo con l'ambiente. Splendide da visitare, a circa due Km la PLAYA BONITA, forse la piu bella della cittadina, la PLAYA COSON conosciuta soprattutto da coloro che amano fare wind surf e surf e la PLAYA LAS BALLENAS chiamata così per via di un enorme scoglio che si vede dalla spiaggia e che ha incredibilmente la forma di un dorso di balena che spunta dal mare. Las Terrenas offre la sera numerosi ristorantini tipici affacciati direttamente sul mare, dove gustare fra le altre cose il prelibato "pesce al latte di cocco" ed un paio di locali dove ballare. Il primo, bello, sulla spiaggia adiacente il centro commerciale del PASEO (in stile rigorosamente tropicale) chiamato comunemente "IL PACO". Ballate e bevete birra e cuba libre a prezzi onesti, godendovi la brezza marina; il secondo nella strada centrale, il "NUEVO MUNDO", una discoteca tradizionale dove spesso si organizzano anche concerti di bachata, reggeton, merengue tipico etc. Questi due locali ormai qui sono un istituzione ed hanno segnato le notti di centinaia di turisti che sono passati di qua, per cui anche voi non potrete mancare!


- LAS GALERAS : Si trova all'estrema punta est della penisola di Samana distante un ora buona di strada in parte sterrata dal capoluogo. Qui è tutto pace, serenità e spiagge deserte!!! La strada che porta da Samanà alla baia de Las Galeras (30 km un po’ sconnessi) merita da sola il viaggio: si costeggiano spiagge e scogliere, si attraversano piccoli nuclei abitati senza tempo e colline ricoperte di palme. Lungo la strada si può acquistare la coloratissima frutta locale: banane, ananas, mango, cocco e papaia. Lo splendido litorale nei dintorni di Las Galeras vede acque trasparenti lambire spiagge di sabbia bianca corallina, sulle quali si possono trascorrere piacevoli giornate di totale riposo. Si può raggiungere la barriera corallina con una breve gita in barca ed esplorare il colorato mondo sottomarino. Il villaggio di Las Galeras, con poche case di pescatori, offre tutti i servizi di base come la posta, un Internet point, il cambio valuta, un ambulatorio, alcuni piccoli ristoranti, un chiosco-ristorante sulla spiaggia molto semplice gestito direttamente dagli abitanti del luogo, il centro per immersioni subacquee, due discoteche all'aperto (anche se il divertimento notturno non è l’attrattiva principale qui) e qualche negozietto.


 - SAMANA' : O per esteso Santa Barbara de Samanà. E' il capoluogo vero e proprio della penisola. Vi si trova anche un piccolo porto dove partono tutte le imbarcazioni per le escursioni e i traghetti che raggiungono l'altro lato della costa in circa 40 minuti a SABANA DE LA MAR da dove poi ripartono le strade che collegano a tutte le altre città della Rep. Dom. A Samanà non c'è molto da fare turisticamente parlando e anche le spiaggie non sono assolutamente niente di chè per via della sua struttura tutta intorno all'insenatura dove si trova la baia del porticciolo, unico vero centro del luogo, lì intorno si trova qualche ristorantino, un piccolo lungomare e qualche spazio dove sedersi a fare due chiacchiere e bere una birra o una bibita.


- SANCHEZ: E' il punto di partenza per andare in qualsiasi luogo della penisola di Samanà. Una cittadina modesta, per niente frequentata dal turismo, un luogo dominicano in tutto e per tutto. A Sanchez ci si passa per iniziare la salita della Loma e arrivare a Las Terrenas o per tirare dritto fino a Samanà. A Sanchez fanno capolinea e ripartono i pulman da gran turismo con aria condizionata delle linee Caribe Tours e Metro Tours. C'è anche il distributore di benzina, particolare importante per chi passa da lì e deve fare rifornimento, gli altri due della penisola sono uno a Las Terrenas e l'altro a Samanà. A Sanchez c'è nel fine settimana specialmente anche un po' di vita notturna incentrata su un paio di discoteche locali frequentate quasi esclusivamente da dominicani (a volte sono le situazioni migliori.......a buon intenditor......!). Qui una volta l'economia era fiorente e alcune costruzioni in stile pseudo-vittoriano lo dimostrano, poi vent'anni fa chiusero l'unica ferrovia del paese che faceva capolinea proprio in questa zona. Ora i pochi pescherecci arrugginiti che si trovano nel porticciolo si dedicano alla pesca dei gamberetti che si dice siano i più grandi e buoni di tutta la Rep. Dom.


- CAYO LEVANTADO : : situato nel golfo di Samana è un piccolo isolotto corallino caratterizzato da sabbia bianca e mare verde smeraldo. Si raggiunge imbarcandosi da S. Barbara de Samana con circa mezzora di navigazione. L’isoletta è lunga non più di 400 metri. Il bellissimo color cobalto del suo mare è dovuto alla profondità del lembo di mare che divide l’isoletta dall’isola principale che, nonostante la loro vicinanza, è molto profondo.
Per pranzo potete potete recarvi in uno dei punti di ristoro organizzati sulla spiaggia da alcuni dei pochi abitanti dell’isola. Nel pomeriggio potete continuare a sonnecchiare sulla spiaggia o potete fare una passeggiata attorno all’isola. Al vostro rientro a Samaná, potete cenare in uno dei ristorantini della zona, da cui si gode una splendida vista sulla baia: qui si può assaggiare il piatto tipico della zona, il "pescado con coco" (pesce al cocco). Sull'isola vi è anche una struttura alberghiera la quale nel periodo tra Ottobre e Novembre viene interamente e letteralmente "sequestrata" dalla troupe dell' "Isola dei Famosi" e dallo staff di "Magnolia" società produttrice del reality che vi alloggiano durante le riprese del programma. Piccolo segreto che vi svelo e che potrete usare nel caso vi troviate da quelle parti in quel periodo per avvicinarvi o allontanarvi dal luogo...a vostra discrezione...!


- PARCO NAZIONALE DE LOS HAITISES : Benvenuti all'Isola del Famosi !!!!! Ricordate la spiaggia del programma televisivo? Altro non era che una baia situata nella costa di fronte alla penisola di Samana, caratterizzata da foreste di mangrovie ed enormi montagnole di vegetazione caratteristiche che ricordano per forma il PAO DE AZUCAR di Rio de Janeiro. Se amate la natura non potete non andare a LOS HAITISES; sarete portati nelle caverne naturali e vedrete moltissime specie di uccelli. Il nome nella lingua Taina precolombiana significa "terre di montagna" anche se in realtà i rilievi più alti non arrivano nemmeno a 40 metri d'altezza, ma probabilmente agli indigeni del '500 abituati solo a queste zone dove di montagne non se ne vedono un granchè dovevano sembrare altissime.


- CASCATE DEL LIMON : forse la gita più bella da effettuare da LAS TERRENAS!!! Si parte con la GUAGUA per EL LIMON (10 km a est di LAS TERRENAS) un paesino tipico dominicano. Da qui ci sono molti operatori turistici che offrono a prezzi buoni (30 US$ di media) l'escursione a cavallo con accompagnatore alle cascate ubicate nella foresta all'interno della penisola. Adentrandovi all'interno del territorio vedrete villaggi che non si vedono sulla cartina, fatti con legno di palme, bagnati da un fiume con acqua limpida e fresca dove i bambini giocano e le madri lavano i panni... Sembra di stare in un film, ma è tutto vero....e la gente, con la solita cortesia dominicana saluta il passaggio dei turisti offrendo acqua fresca da bere. Passati i villaggi ci si arrampica attraverso sentieri fangosi su per la foresta fino a raggiungere in cima al poggio il punto di vista panoramico della cascata, e poi poter scendere (a piedi!!) ai piedi della stessa. TUTTO SPLENDIDO!!!!! Tuttavia prima di fare questa escursione sappiate che non è per tutti... Mi spiego meglio : scendere dal poggio alla cascata è semplicissimo, ma risalire è durissimo...ricordo di avere avuto il cuore in gola, per cui nel caso che le vostre condizioni fisiche non fossero perfette tenetelo presente. Per effettuare questa escursione ci si può servire di SANTI, uno spagnolo che dal suo ranch organizza il tutto. Ci si trova molto bene e si è seguiti da persone serie. Ricordatevi, una volta tornati al punto di partenza di dare la mancia agli accompagnatori : 150 pesos ciascuno, il minimo, considerando che si fanno 12 km all'andata e altrettanti al ritorno a piedi!!!!



- PLAYA RINCON
: raggiungibile con la barca da Playa las Galeras. E' splendida !!! Considerata dagli esperti una delle cinque più belle al mondo e una volta qui non si può proprio dargli torto! Quattro chilometri di sabbia corallina ed acque color smeraldo. E' ricca di acque sorgive che sgorgano dal mare. Nei dintorni vi è anche un luogo chiamato "la bocca del diavolo" per via della sua particolarissima forma, si tratta di un insieme roccioso e aperto sul mare che quando quest'ultimo lo attraversa produce un suono altrettanto particolare. Da queste parti ci siete solo voi e la grandezza della natura. E' perfetto abbinare questa escursione magari al soggiorno di una notte presso Playa LAS GALERAS.


  Stefano De Santi

Dal 1907 LA TUA SSICURAZIONE VIAGGI
STUDIARE E LAVORARE ALL'ESTERO

EAZYCITY
TRASFERIRE DENARO ALL'ESTERO

Inviare-denaro-Estero

Link Sponsorizzati


zaino bagaglio a mano per voli low cost.jpg
LO ZAINO PERFETTO
COME BAGAGLIO A MANO DA CABINA
ADATTO A TUTTI I VOLI
DELLE COMPAGNIE LOW COST
Salva
HOME:OFFERTE LAVORO ESTERO:GUIDA:LIBRI:PAESI - LEGGI - VISTI:TROVA I VOLI PIU' ECONOMICI:COME CAMBIARE VITA:PENSIONATI ALL'ESTERO:OCCASIONI IMMOBILIARI
MOLLOTUTTO © 1998 Marchio Registrato - Reg.Trib. RE N°1217 - all rights reserved - VAT IT02209570353 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy